Immagine della news

CinemAmbiente a casa tua | 2

Avviata lo scorso 3 aprile, sta riscuotendo notevole successo "CinemAmbiente a casa tua", la rassegna online di film green promossa dal Ministero dell'Ambiente e dal Festival CinemAmbiente - Museo Nazionale del Cinema. I primi titoli proposti in streaming - L'elemento umano di Matthew Testa, La bugia verde di Werner Boote, Dusk chorus di Nika Šaravanja e Alessandro d'Emilia, Oceani, il mistero della plastica scomparsa di Vincent Perazio - in meno di due settimane hanno registrato 33.940 accessi unici, per una platea stimabile in oltre 40 mila spettatori.

Grazie all'adesione all'iniziativa di altri registi e distributori che hanno messo a disposizione gratuitamente le loro opere, la rassegna prosegue nelle prossime settimane con una seconda tranche di otto film, diffusi con le modalità dei precedenti. Ogni tre giorni sarà proposto un nuovo titolo, visibile gratuitamente sul sito di CinemAmbiente (www.cinemambiente.it), selezionato tra i lunghi e mediometraggi che hanno riscosso particolare successo nelle ultime edizioni del Festival e che hanno approfondito i temi oggi più che mai, anche per effetto della pandemia, al centro del dibattito ecologista: i cambiamenti climatici, l'antropizzazione, la globalizzazione, l'ecosostenibilità, i nuovi, possibili modelli di sviluppo. La diffusione in streaming dei film sarà accompagnata da videomessaggi dei registi o da videointerventi di esperti, che offriranno spunto per ulteriori approfondimenti.

I prossimi film in streaming:

18-20 aprile Il sorriso del gatto di Mario Brenta e Karine de Villers (Italia 2018, 60')

21-23 aprile Ladri di tempo (Time Thieves. Your Time is their Business) di Cosima Dannoritzer (Spagna, Francia 2018, 52')

24-27 aprile L'ultimo maiale (The Last Pig) di Allison Argo (USA 2017, 54')

28-30 aprile Unlearning di Lucio Basadonne, Anna Polito (Italia 2014, 74')

1-3 maggio The Climate Limbo di Francesco Ferri, Paolo Caselli (Italia 2019, 40')

4-6 maggio Con i piedi per terra di Andrea Pierdicca (Italia 2016, 86')

7-9 maggio La lunga strada gialla di Antonio Oliviero, Christian Carmosino (Italia 2016, 80')

10-12 maggio Un fragile equilibrio (Frágil equilibrio) di Guillermo García López (Spagna 2016, 81')

13-15 maggio Attivista (Aktivisti) di Petteri Saario (Finlandia 2017, 57 )

16-18 maggio Breakpoint. Una contro-storia del progresso (Breakpoint. A Counter-history of Progress) di Jean-Robert Viallet (Francia 2018, 98')

Info
www.cinemambiente.it
festival@cinemambiente.it

Tutte le news